Gli imprenditori
al servizio
delle Imprese

Antitrust. Rivisto il contributo per il finanziamento dell’attività dell’AGCM per il 2014

01/07/2013

Con il Provvedimento n. 24352/2013 (all. 1), l’Autorità Garante della concorrenza e del mercato (AGCM) ha rivisto la misura del contributo dovuto dalle imprese per la copertura dei costi di funzionamento dell’Autorità stessa per l’anno 2014.

Come noto, infatti, l’art. 5-bis del Decreto "Cresci Italia" (DL 1/2012) ha modificato il sistema di finanziamento dell’AGCM, prevedendo un contributo a carico delle società di capitali con ricavi totali superiori a 50 milioni di euro (art. 10 della legge 287/1990). Per un approfondimento delle nuove modalità di finanziamento dell’Autorità, si rinvia alla nostra comunicazione del 18 settembre 2012.

In particolare, il contributo per il 2014 è fissato nella misura dello 0,06 per mille del fatturato risultante dall’ultimo bilancio approvato, con una riduzione del 25% rispetto a quello pagato per l’anno 2013 (pari allo 0,08 per mille del fatturato). 

Tale riduzione costituisce il primo risultato di un confronto costruttivo avviato da Confindustria con l’Autorità volto a limitare il più possibile gli oneri posti a carico delle imprese dal nuovo meccanismo di finanziamento, la cui introduzione ha destato numerose perplessità denunciate a più riprese da Confindustria stessa.

Il contributo dovrà essere pagato entro il 31 luglio 2014 (art. 10, co. 7-quater della legge 287/1990). L’importo massimo dovuto da ciascuna impresa non può essere superiore a cento volte la misura minima e, quindi, non potrà eccedere i 300 mila euro.

Si precisa, inoltre, che per l’anno in corso non è dovuto alcun versamento, in quanto le imprese obbligate hanno già provveduto, con il contributo pagato in sede di prima applicazione nel corso  del 2012, a coprire il fabbisogno finanziario dell’Autorità per l’anno 2013.

Scarica allegato

Per maggiori informazioni: Barbara Ferrandu

 

Credits: J-Service srl realizzazione siti web