Gli imprenditori
al servizio
delle Imprese

Sistri - circolare ministeriale

01/10/2013

Ieri  sera  il Ministero dell'Ambiente, al termine di una giornata in cui contatti e confronti sui principali nodi da sciogliere sono stati numerosi, ha finalmente pubblicato sul proprio sito una nota esplicativa sui soggetti obbligati e sulle procedure operative.

La  nota  (allegata)  è  molto  tecnica  e  su  di  essa Confindustria darà successive indicazioni. Fin  d’ora è  però possibile  richiamare  l'attenzione delle aziende sugli aspetti più significativi.

La nota precisa che:

- i  produttori  iniziali  di  rifiuti,  che  coincidono  con  l’industria   manifatturiera,  saranno  obbligati a partire dal  3 marzo 2014, anziché   dal  primo  ottobre,  anche  se  svolgono  attività  di  stoccaggio o di   trasporto dei propri rifiuti pericolosi;

- non  sussiste  un  obbligo  di  registrare le giacenze e i movimenti dei  rifiuti all’interno degli impianti;

- tra  i  cosiddetti nuovi produttori, vanno ricompresi solo gli operatori che trattano rifiuti pericolosi.

Il  Ministero  si  è,  inoltre,  impegnato  ad  estendere il periodo di non sanzionabilità   per  le  violazioni Sistri da uno a tre mesi, dando parere favorevole  all'emendamento sostenuto da Confindustria al DDL di conversione del c.d. Decreto PA.

Restano alcune criticità, come,  ad  esempio,  il  nodo  delle  procedure informatiche  previste  per  il  trasporto,  troppo  onerose,  ma  ritenute fondamentali dal Ministero per garantire la tracciabilità.

I  prossimi  giorni  saranno  indubbiamente  difficili  per  le  imprese di trasporto  e per i gestori, con inevitabili ripercussioni sui produttori di rifiuti.

Per ulteriori informazioni: Fabrizio Impera


ALL.: Circolare ministeriale 

Credits: J-Service srl realizzazione siti web