Gli imprenditori
al servizio
delle Imprese

Ambiente: SISTRI piccoli produttori esonerati

06/05/2014

E' stato pubblicato nella G.U. (n.99 del 30 aprile 2014)  il Decreto del Ministro dell'Ambiente del 24 aprile 2014, recante "Disciplina delle modalità di applicazione a regime del SISTRI del trasporto intermodale nonché specificazione delle categorie di soggetti obbligati ad aderire, ex articolo 188-ter, comma 1 e 3 del decreto legislativo n. 152 del 2006", è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 99 del 30 aprile 2014.

Il testo del DM pubblicato in Gazzetta dispone, tra gli altri,  l'obbligo di adesione al Sistri (art. 1) solo per gli enti e le imprese con piu' di 10 dipendenti produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi:

- dalle attivita' agricole ed agroindustriali
- dalle attività di demolizione, costruzione e scavo
- da lavorazioni industriali e artigianali
- dalle attività commerciali e sanitarie
- dalle attività di servizio

nonchè per gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi che effettuano operazioni di deposito preliminare  (D15) o  di messa in riserva di rifiuti (R13).

Il DM conferma tuttavia che per coloro che non sono obbligati ad aderire al sistema di tracciabilità di rifiuti, ovvero che non vi aderiscano volontariamente, restano fermi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla tenuta dei registri di carico e scarico e del formulario.

L’articolo 3 rinvia a successivi decreti la definizione di ulteriori semplificazioni sulla base delle risultanze dei tavoli tecnici di approfondimento tematico attivati con i rappresentanti delle associazioni di categoria e con gli operatori interessati.

Ci riserviamo di far seguito con ulteriori aggiornamenti.


Per ulteriori informazioni: Fabrizio Impera



Credits: J-Service srl realizzazione siti web