Gli imprenditori
al servizio
delle Imprese

Diritto d’Impresa - Ulteriore proroga dell’entrata in vigore della class action

23/12/2008

Il Consiglio dei Ministri n. 31 del 18 dicembre 2008 ha approvato un decreto legge - non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale - che proroga alcuni termini in scadenza previsti da disposizioni di legge (cd. decreto milleproroghe).

L’art. 22 del decreto milleproroghe modifica l’art. 2, co. 447, della legge Finanziaria 2008, già emendato dalla legge n. 133/2008 (art. 36) di conversione del DL n. 112/2008 (cd. Manovra economica 2009), prevedendo che le norme con cui era stata introdotta nel nostro ordinamento l’azione collettiva risarcitoria, diverranno efficaci decorsi 18 mesi dall’entrata in vigore della Finanziaria 2008, vale a dire a partire dal 1° luglio 2009.

Si tratta della seconda proroga all’entrata in vigore dell’azione collettiva, dopo quella disposta proprio nel DL n. 112/2008, che aveva posticipato l’efficacia di tali norme dal 29 Giugno 2008 al 1° Gennaio 2009.

Questo ulteriore rinvio si giustifica in considerazione dei tempi tecnici necessari per l’iter parlamentare di approvazione delle modifiche al testo vigente. Al momento, il relativo provvedimento non è stato ancora presentato alle Camere da parte del Governo, che però ha condotto nei mesi scorsi un’ampia riflessione sui contenuti dell’azione collettiva risarcitoria. Si tratta di un istituto che presenta rilevanti criticità, più volte evidenziate da parte di Confindustria, che suggeriscono la necessità di ripensare numerosi aspetti della relativa disciplina, in modo da garantirne un funzionamento efficace ed equilibrato.


 

Per maggiori informazioni: Barbara Ferrandu

Credits: J-Service srl realizzazione siti web