Gli imprenditori
al servizio
delle Imprese

Imprese Edili - Approvato l’accordo sui corsi per RSPP e ASPP

03/02/2006

L`art. 8 bis del D. Lgs n. 626/94, cosi` come integrato dal D. Lgs n. 195/03, prevede che la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome, fissi gli indirizzi e i requisiti minimi dei corsi di formazione a cui devono partecipare gli addetti e i responsabili del servizio di prevenzione e protezione.

Nella seduta del 26 gennaio 2006 la Conferenza Stato-Regioni ha approvato l`accordo che si trasmette in allegato e che fissa le caratteristiche dei corsi in oggetto.

Il ritardo con il quale si e` pervenuti all`accordo suddetto e` legato, oltre che a questioni ``procedurali`` al fatto che le posizioni assunte dalle Regioni avrebbero portato a corsi eccessivamente impegnativi in termini di tempi (e quindi di costi per le imprese).

L`azione svolta dall`ANCE, in stretto coordinamento con Confindustria, ha portato ad un ridimensionamento delle posizioni iniziali assunte dalle Regioni ma tale ridimensionamento risulta nettamente insufficiente e insoddisfacente.

Premesso che l`accordo di cui trattasi non riguarda i datori di lavoro delle imprese fino a 30 dipendenti che si siano avvalsi (o si vogliano avvalere) della facolta` di svolgere direttamente i compiti del servizio di prevenzione e protezione (per tali soggetti e` sufficiente la frequenza ai corsi di 16 ore di cui al D.M. 16.01.1997) e ricordato che tra i soggetti che possono organizzare i corsi (anche senza dover procedere ad accreditamento regionale) sono comprese le associazioni dei datori di lavoro e gli organismi paritetici (CPT e Enti Scuola), passiamo ad esaminare i contenuti dell`accordo.

 

Termine per l`attivazione dei percorsi formativi

L`accordo stabilisce che il termine per l`attivazione dei percorsi formativi e` di un anno a partire dalla data di pubblicazione dell`accordo sulla Gazzetta Ufficiale, ovviamente sara` nostra cura dare tempestiva notizia della pubblicazione.

Nella pratica, fino al termine di cui sopra rimane in vigore il regime transitorio vigente che consente lo svolgimento delle funzioni di RSPP e ASPP a coloro che abbiano frequentato il corso delle 16 ore (anche senza titolo di studio, se svolgevano gia` le funzioni di RSPP e ASPP prima del 14.02.03), scaduto il termine di un anno i soggetti interessati dovranno, quanto meno, aver iniziato a frequentare i corsi previsti dall`accordo (su tale interpretazione dell`accordo ci riserviamo di dare ulteriore conferma).

Indirizzi e requisiti dei corsi

Riguardo all`organizzazione dei corsi e alla metodologia di insegnamento si rimanda al testo dell`accordo che non richiede particolari commenti.

Riguardo all`articolazione del percorso formativo si segnala che esso si articola in tre moduli:

  • Modulo A, corso di base, della durata di 28 ore, comune per ASPP e RSPP e valido per tutti i settori lavorativi;
  • Modulo B, di specializzazione;  nel settore delle costruzioni la durata e` di 60 ore, e` comune ad ASPP e RSPP ed e` valido per il solo settore in cui opera il soggetto interessato;

  • Modulo C, riservato ai soli RSPP, durata 24 ore, valido per tutti i settori lavorativi 

Gli argomenti da svolgere nell`ambito di ciascun modulo e il numero (orientativo) di ore da dedicare a ciascuno di essi sono contenuti negli allegati A1, A2 e A3 dell`accordo.

Valutazione degli apprendimenti, attestati e crediti formativi

Le modalita` per la valutazione dell`apprendimento sono fissate al punto 2.4 dell`accordo; si sottolinea che non sono previsti commissioni d`esame con componenti esterni rispetto all`organizzatore del corso.

Gli attestati di frequenza vanno rilasciati alla fine di ciascun modulo e costituiscono credito formativo permanente salvo per quanto concerne l`attestato relativo al modulo B che ha validita` quinquennale in quanto , dopo 5 anni, scatta l`obbligo dell`aggiornamento.

 

Certificazioni

Per  cio` che concerne i corsi organizzati dai soggetti individuati dall`art. 8 bis del D. Lgs n. 626/94 (tra tali soggetti sono ricomprese le Associazioni datoriali e gli Organismi paritetici) le certificazioni sono rilasciate direttamente dai soggetti organizzatori, senza intervento delle Regioni competenti per territorio.

Riconoscimento dei  crediti professionali e formativi pregressi

Riguarda coloro che svolgono gia` la funzione di ASPP o RSPP; i criteri di esenzione dai vari moduli sono riassunti nelle tabelle A4 e A5 allegate all`accordo e non richiedono particolari commenti salvo a segnalare il fatto che l`esenzione dal modulo B non si applica, come richiesto fortemente dall`ANCE, a coloro che sono gia` in possesso dell`attestato di frequenza ai corsi per coordinatori previsti dal D. Lgs n. 494/96.

Sperimentazione

Per venire incontro, in modo assai deludente peraltro, alle richieste provenienti dagli imprenditori e supportate anche dal Ministero del Lavoro, l`accordo riporta la seguente frase ``si conviene, in sede di prima applicazione, che le Regioni in sede di autocoordinamento, avviano una sperimentazione che consenta di testare il nuovo impianto formativo, per gli eventuali adeguamenti in Conferenza Stato-Regioni``.

In tale ambito sara` riproposta da parte dell`ANCE l`esenzione dalla frequenza dal modulo B per i coordinatori di cui al D. Lgs n. 494/96. Non si prevede peraltro che quanto appena detto possa essere operante in tempi brevi o medio - brevi.

 

Corsi di aggiornamento

Per il settore delle costruzioni la durata complessiva dei corsi quinquennali di aggiornamento e` fissata in 60 ore per gli RSPP e in 28 ore per gli ASPP.

E` prevista la formazione a distanza e non sono esplicitamente previste limitazioni del numero di partecipanti, registri di presenze, verifiche di apprendimento, etc. come indicato al punto 2.1 per i moduli A, B e C.

Altri soggetti formatori

Il capitolo 4 dell`accordo non riguarda le Associazioni datoriali e gli Organismi paritetici di categoria in quanto tali soggetti sono gia` abilitati alla tenuta dei corsi in virtu` della legge.

Si allega il testo dell`accordo in attesa della sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale

 
 

Per ulteriori informazioni: Fabrizio Impera
 

Credits: J-Service srl realizzazione siti web